Gli Stati Uniti avvertono la Romania per l’arrivo di un terremoto distruttivo

Gli Stati Uniti avvertono la Romania per l’arrivo di un terremoto distruttivo

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

L’Ambasciata degli Stati Uniti mette in guardia i cittadini americani che risiedono in Romania, circa il rischio di un terremoto devastante. Sul sito della Ambasciata USA viene esposta una intera sezione dedicata alle emergenze, ma la maggior attenzione è rivolta al rischio sismico. Rappresentanti dell’ambasciata indicano che vi è una elevata probabilità di un forte terremoto che provocherà gravi danni in Romania.

Usa avverte Romania si aspetta un terremoto distruttivo

L’ambasciata degli Stati Uniti ha avvertito che in caso di un forte terremoto, le autorità rumene non saranno probabilmente in grado di rispondere in modo adeguato a questo tipo di emergenza. Nel frattempo l’allarme rimane alto, riguardo anche le molteplici segnalazioni circa un forte odore di zolfo avvertito in un raggio molto ampio di oltre 100 chilometri dalla città di Galati, con la popolazione che continua a riportare la presenza di eventi sismici avvertibili in maniera molto netta. I media, siti web e telegiornali continuano a riportare aggiornamenti e notizie circa gli eventi sismici che si stanno susseguendo in questi giorni e con l’aggiunta di ”grandi crepe” che si stanno aprendo nel terreno.

Redazione Segnidalcielo

http://www.segnidalcielo.it/2013/11/02/gli-stati-uniti-avvertono-la-romania-per-larrivo-di-un-terremoto-distruttivo/

di dolbyjack

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...