Astronavi Extraterrestri usano il Sole come un grande Stargate! La teoria del ricercatore Nassim Haramein

Astronavi Extraterrestri usano il Sole come un grande Stargate! La teoria del ricercatore Nassim Haramein

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Nassim Haramein  è nato nel 1962 a Ginevra, in Svizzera, è uno storico e ricercatore scientifico multidisciplinare, filosofo e leader del Project Resonance o Progetto di Risonanza. Nassim è noto per la sua ricerca e la costruzione di una teoria unificata della struttura dell’Universo chiamata appunto Teoria della Grande Unificazione di Campo.

Nassim asserisce che il Sole nel creare le macchie solari, che sono come piccoli fori neri,  non sono macchie come tutti possono pensare, ma riflettono il vero aspetto di un buco nero nel Sole, una sorta di vortice spazio-temporale che dura per settimane o mesi e poi si chiude. 

Questo buco nero o  “finestra” spazio temporale non sarebbe altro che una sorta di porta o Stargate,  attraverso il quale si può viaggiare attraverso mondi e dimensioni sconosciuti all’Uomo.

Secondo il ricercatore Nassim Haramein, quasi una volta a settimana avviene una singolarità, ovvero la creazione e la conseguente apertura di un buco nero (worm hole) sul Sole.

Civiltà extraterrestri multi-dimensionali che desiderano un accesso avanzato nel nostro sistema solare, con buchi neri grandi come la Terra, possono farlo sfruttando appunto lo STARGATE del nostro Sole.

Secondo Nassim Haramein, tutti i corpi celesti hanno il loro buco nero e anche la Terra nel suo interno,  ne possiede uno, da qualche parte. Un piccolo buco nero che è quello che genera tutte le energie e le forze del pianeta. Le finestre di questi buchi neri sono i vulcani, come quello del Popocatepetl dove spesso vengono avvistati UFO di enormi dimensioni che entrano nello Stargate creato proprio nulla cima del vulcano o nelle vicinanze di questo.

Proprio come gli atomi hanno la loro unicità. Quindi ogni corpo celeste, sia esso una stella o un pianeta, funzionano molto similmente al concetto dello Stargate di Ferlini.

Rammentiamo che lo Stargate del prof. Ferlini veniva descritto con quattro magneti permanenti (o elettromagneti) montati su quattro slitte in legno. Questi quattro magneti, messi ad una certa distanza tutti insieme, creano un campo di torsione (phase shifting) o vortice di energia torsionale, che crea appunto uno Stargate o portale dimensionale. Un corpo celeste come ad esempio il nostro pianeta, possiede le stesse caratteristiche del portale di Ferlini. La Terra possiede il suo campo magnetico e come tale, crea un vortice per l’apertura di Stargate, cosi anche il Sole.

Redazione Segnidalcielo

http://www.segnidalcielo.it/2014/01/27/astronavi-extraterrestri-usano-il-sole-come-un-grande-stargate-la-teoria-del-ricercatore-nassim-haramein/

di dolbyjack

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...