RECENTI DISASTRI NATURALI, SEGNALANO L’AVVICINARSI DI NIBIRU O L’INIZIO DELL’APOCALISSE?

Recenti disastri naturali, segnalano l’avvicinarsi di Nibiru o l’inizio dell’Apocalisse?

Recenti disastri naturali, segnalano l’avvicinarsi di Nibiru o l’inizio dell’Apocalisse?

maggio 03

08:112015

by admin

Nei giorni scorsi abbiamo visto come uno dei vulcani più pericolosi del Cile ha eruttato per la prima volta dopo 42 anni di inattività. Così come la Repubblica federale democratica del Nepal che ha subito uno dei peggiori terremoti negli ultimi 80 anni.Anche se la crosta terrestre sembra manifestare un comportamento particolarmente insolito, la maggior parte degli esperti continuano a garantire che tutto ciò a cui stiamo assistendo fa parte della normalita’.

volcano-eruption-calbuco-chile-1
È chiaro che il numero di eruzioni vulcaniche che si sono verificate in tutto il mondo nell’arco di un anno risulta essere molto superiore rispetto alla media registrata nel corso del ventesimo secolo. E ‘un dato di fatto che il nostro fragile pianeta sembra diventare sempre più instabile, e di conseguenza milioni di persone potrebbero trovarsi di fronte a situazioni mai affrontate prima.
Non importa quanto la nostra tecnologia possa essere avanzata, la verità è che siamo in balia delle forze della natura,e quello che è successo in Cile e in Nepal può rappresentare un segnale di allarme che ci avverte che qualcosa di molto peggio deve ancora venire.
Per alcune persone questi fenomeni insoliti sono segni della fine dei tempi, altri avvertono di una prossima catastrofe di gran lunga maggiore rispetto a quelle registrate in quest’ultimi anni. Per i teorici del complotto è la prova definitiva che Nibiru si starebbe avvicinando alla Terra. Che cosa sta realmente accadendo sulla Terra? La gigantesca eruzione avvenuta nel sud del Cile e il numero di eruzioni vulcaniche segnalate in tutto il mondo sono in continuo aumento.
Nel 2013, abbiamo assistito alla crescita di eruzioni vulcaniche su tutto il pianeta, e il 2015 sta per battere tutti i record. Molti vulcani della Terra sono rimasti inattivi per molto tempo e ora inspiegabilmente si stanno risvegliando tutti insieme, un fenomeno enigmatico che ha sconcerto molti scienziati.
Fortunatamente, la maggior parte delle eruzioni avvenute negli ultimi anni sono state relativamente di piccola portata visto che non hanno costituito un pericolo per la popolazione.Ma dopo che il vulcano cileno Calbuco è esploso alcune settimane fa, tutto potrebbe cambiare e mettere in discussione le idee degli ottimisti scienziati.

chile-volcano-eruption-2

Come discusso sopra, le eruzioni vulcaniche di Calbuco sono state le prime a manifestarsi dopo 42 anni di quiete. Gli esperti hanno affermato che quanto avvenuto è stata una sorpresa anche per loro poiché non avevano registrato alcun segnale premonitore che avrebbe potuto avvertirci della sua imminente esplosione. Le eruzioni cominciarono espellendo enormi nuvole di cenere e fumo che si innalzavano nel cielo per più di sei chilometri .
Secondo stime recenti, il vulcano Calbuco ha già espulso circa 210 milioni di metri cubi di cenere durante le ultime eruzioni, coprendo di polvere vulcanica aree molto estese, innescando l’allarme per la possibile contaminazione delle riserve idriche e della diffusione di malattie respiratorie oltre a pregiudicare la sicurezza degli aerei di linea.
La città di Ensenada che si trova alla base del vulcano, è diventata una città fantasma dopo che la maggior parte dei suoi 1.500 abitanti sono stati evacuati in tutta fretta.Anche la cenere proveniente dal vulcano cileno si è estesa a tal punto da offuscare i cieli nel sud del Brasile, Argentina e Uruguay.
In totale, sono già state evacuate circa 6.000 persone, ma la cosa peggiore è che secondo gli esperti le conseguenze di queste eruzioni vulcaniche potrebbero influenzare i modelli climatici del nostro pianeta.

Il devastante terremoto del Nepal

Quello che sconcerta è che la popolazione della Terra ha dimenticato in fretta questa storica eruzione a causa della grande tragedia che ha colpito la Repubblica federale democratica del Nepal.
Un terremoto di magnitudo 7,9 ha scosso il popolo nepalese,la cui intensità è stata 16 volte più potente rispetto al catastrofico terremoto che ha distrutto gran parte di Haiti nel 2010. Il sisma ha avuto luogo la scorsa settimana provocando almeno 6.000 vittime e altre 10 mila sono state le persone rimaste gravemente ferite. Secondo il Centro nazionale d’allarme sismico, il numero delle vittime potrebbe aumentare fino a 15.000 morti.

La faglia si è spostata di 3 metri

Secondo gli scienziati, il devastante terremoto che sabato 25 Aprile ha colpito il Nepal potrebbe aver causato dei cambiamenti permanenti della superficie della Terra, e aver reso l’Everest un po’ più alto o un po’ più basso.

Un team di geologi dello U.S. Geological Survey (USGS) di Pasadena è già al lavoro per studiare la questione, e dovrà recuperare i dati da una stazione GPS vicino alla montagna entro i prossimi 11 giorni. Lo spiega Kenneth Hudnut, geofisico di USGS ed esperto in terremoti.

terremoto nepal

La città di Kathmandu invece, più vicina all’epicentro rispetto all’Everest e gravemente danneggiata dal terremoto, potrebbe essersi spostata addirittura di un metro.  Secondo Jackson i movimenti delle rocce lungo la faglia vicina alla città potrebbero aver raggiunto i tre metri.

Hudnut e i colleghi hanno iniziato ad analizzare i dati sismici e da satellite relativi al terremoto di sabato, la cui magnitudo è stata stimata in 7,8 della scala Richter, per comprendere meglio l’accaduto e il rischio di futuri eventi sismici. I modelli preliminari che hanno elaborato, ancora da perfezionare, suggeriscono che il monte Everest e l’area circostante si siano spostati di qualche centimetro sia in verticale che in orizzontale.

terremoto nepal1

Quello che sconcerta è che la popolazione della Terra ha dimenticato in fretta questa storica eruzione a causa della grande tragedia che ha colpito la Repubblica federale democratica del Nepal.
Un terremoto di magnitudo 7,9 ha scosso il popolo nepalese,la cui intensità è stata 16 volte più potente rispetto al catastrofico terremoto che ha distrutto gran parte di Haiti nel 2010. Il sisma ha avuto luogo la scorsa settimana provocando almeno 6.000 vittine e altre 6.500 sono state le persone rimaste gravemente ferite.Secondo il Centro nazionale d’allarme, il numero delle vittime potrebbe aumentare fino a 15.000 morti.
Durante il terremoto, decine di persone sono rimaste uccise nella vicina Cina e India e più di 200 scalatori sono stati soccorsi mentre si trovavano sul monte Everest, che è stato scosso da valanghe mortali.

I governi si stanno preparando

All’inizio di aprile 2015, il Pentagono ha annunciato che il Cheyenne Mountain, un gigantesco bunker situato nella località di Rocky Mountain sarà preparato per ospitare delle avanzate apparecchiature per il monitoraggio e la comunicazione gestite dall’esercito degli Stati Uniti . Le attrezzature verranno ospitate in un complesso che è stato chiuso dieci anni fa, dopo che è diminuita la minaccia nucleare proveniente dalla Russia.

cheyenne-mountain-complex-colorado-springs
Secondo gli esperti, il bunker è stato progettato per resistere a disastri naturali, o a una minaccia artificiale come un impulso elettromagnetico (EMP). Oltre agli Stati Uniti, anche la Russia ha preparato un enorme complesso sotterraneo ricavato sotto Mount Yamantau, negli Urali, in un’area di circa 600 chilometri quadrati, in grado di resistere a qualsiasi disastro naturale o di attacco da parte di qualsiasi paese. Il centro di comando di questo resort per la sopravvivenza si trova a circa 900 metri al di sotto di questa enorme montagna di quarzo. Naturalmente, ci sono anche decine di altri siti simili in tutta la Russia, anche se sono molto più piccoli.

Nibiru o i segni dell’Apocalisse?

Molte persone credono che una enorme e pericolosa palla celeste chiamata Nibiru , si starebbe dirigendo verso la Terra, il cui approccio con il nostro pianeta sta generando una serie di catastrofi globali.  Attualmente, questo pianeta è conosciuto con il nome di Pianeta X.
Antiche civiltà avevano avvertito che il Pianeta X sarebbe tornato, diventando un incubo per qualsiasi creatura vivente sulla Terra.

nibiru-orbit

Le conseguenze di questo approccio le abbiamo sperimentate con i terremoti sempre più distruttivi, super vulcani, uragani, tornado, piogge torrenziali, inondazioni catastrofiche, siccità, viragini misteriose, tsunami, insieme a intense eruzioni solari, asteroidi e altri oggetti cosmici che complicheranno la nostra vita futura sulla Terra. I teorici della cospirazione credono che sia questo il motivo che i governi di tutto il mondo si stanno preparando attraverso la costruzione di basi sotterranee, in quanto sono a conoscenza da molto tempo di questo imminente evento distruttivo.
Molte persone avevano predetto l’arrivo del Pianeta X profetizzato per l’anno 2012 e il 2013, ma la verità è che nessuno sa esattamente quano ciò accadrà, tranne le grandi potenze della Terra.
Gli esperti suggeriscono che un modo per sapere con certezza cosa sta accadendo è accettare che la causa di questi cataclismi, potrebbe essere correlata con l’avvicinamento di un enorme corpo celeste che si renderà visibile nel cielo poche settimane prima del suo paesaggio vicino alla Terra. Esso apparirà nei nostri cieli come un secondo sole.

nibiru

Per i credenti di profezie bibliche, gli ultimi cataclismi globali sono un segno della venuta dell’Apocalisse, riferendosi al passo biblico di Matteo 24: 7, che recita:
“Infatti si solleverà il popolo contro popolo e regno contro regno; e ci saranno carestie e pestilenze e terremoti in vari luoghi. “
A quanto pare l’ultimo capitolo mostra che i terremoti sono “segni” dell’imminente ritorno di Cristo e la fine dei tempi. Tuttavia, non tutti sono d’accordo con questa affermazione, perché presumibilmente Gesù ha detto che ci saranno “terremoti in vari luoghi della Terra”, ma non ha fornito dettagli con cui si può collegare questo con la previsione dei terremoti.

planetX-meteoriti

Ma qualunque sia la vera ragione, coloro che sopravviveranno a tali catastrofi inimmaginabili, forse il 10 per cento della popolazione, dovranno affrontare la sfida di come vivere senza elettricità, negozi di alimentari, senza gas, senza le comodità di casa a cui siamo abituati, ma questa è un’altra storia.
Ma a parte questo, continuano ad aumentare gli eventi catastrofici naturali, e questo significa che è solo l’inizio di tante tragedie. Il nostro stile di vita dipende da un pianeta stabile, che a quanto pare lo è stato per molti anni. Tuttavia, tutto sembra cambiare e le eruzioni vulcaniche e i terremoti, purtroppo, come recentemente verificatisi saranno sempre molto più frequenti e distruttivi di quanto ci potessimo aspettare.

di Miguel Hernandez

Per Segnidalcielo.it

http://www.segnidalcielo.it/recenti-disastri-naturali-segnalano-lavvicinarsi-di-nibiru-o-linizio-dellapocalisse/

di dolbyjack

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...